Guagnano: decima edizione del “Premio Terre del Negroamaro”

Saranno premiati Marcello Masi, Rocco Tolfa e Riccardo Cotarella. Teresa De Sio ed il Festival Bande del Sud animeranno la serata del 17 agosto.

Eventi/ di Redazione

Decima edizione del “Premio Terre del Negroamaro”, il 17 agosto prossimo, con vigilia il 16 per gli addetti ai lavori, nella piazza di Guagnano (Le) e all’interno dei suoi antichi vicoli, con un nuovo format e un programma ricco di appuntamenti.

Il Premio, che si propone di dare risalto alle cantine del territorio che producono il Negroamaro, è organizzato dal Comune di Guagnano e da “Vinoway Italia”, al cui presidente, Davide Gangi, è stato affidato il ruolo di direttore tecnico e coordinatore delle attività del Comitato tecnico-operativo del Progetto “Premio Terre del Negroamaro”, quest’anno diretto dall’avvocato Viviana D’Amico e della Pro Loco di Villa Baldassarri, coordinata da Antonio Caragiuli.

Il festival di Bande a Sud farà tappa a Guagnano il 17 Agosto, con l’artista partenopea TERESA DE SIO. La brigantessa presenterà, durante la serata del Premio Terre del Negroamaro, il suo ultimo progetto “IL PENSIERO MERIDIANO”. Il concerto sarà preceduto dall’esibizione della MARTINA MALAGNINO BAND, diretta dal maestro Nando Mancarella, e composta, oltre alla giovane artista salentina Martina Malagnino, da otto musicisti dell’Orchestra Provinciale Tito Schipa di Lecce.

Il Premio, che intende valorizzare il vitigno storico dell’areale dove sorge Guagnano e i produttori impegnati in un percorso virtuoso che ha saputo affermare il Negroamaro in tutto il mondo, quest’anno ha deciso di premiare personalità di prestigio del panorama enologico nazionale, come Riccardo Cotarella, presidente mondiale degli enologi e i giornalisti Marcello Masi e Rocco Tolfa, ideatori e conduttori del programma di Rai due “I signori del vino”.

Durante la serata saranno premiati anche Giuseppe Baldassarre, medico e membro della commissione didattica nazionale dell’AIS, il presidente dell’U.S. Lecce Prof. Saverio Sticchi Damiani e il PREMIO RADICI DEL NEGROAMARO al guagnanese Giancarlo Panaccione, per essersi distinto nel mondo scientifico. Infatti dal 1998 è il primo ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e si occupa dello studio e l’analisi dei materiali innovativi per applicazioni in elettronica e nanotecnologie.

La vigilia, 16 agosto, riservata solo agli addetti ai lavori, prevede una Masterclass dedicata ai vini rosati Negroamaro, con la “Master of Wine” Elizabeth Gabay, tra le più accreditate giornaliste del settore, Davide Gangi e Giuseppe Baldassarre. Si svolgerà nella piazza principale di Guagnano, a partire dalle ore 20:00. Parteciperanno giornalisti nazionali ed internazionali, wine-lover, ristoratori e addetti del settore alla presenza dei produttori.

La serata del 17 agosto prevede :

Masterclass con Pino De Luca e Duccio Armenio, nel Museo del Negroamaro di Guagnano, dalle ore 20:00 alle ore 24:00; aperta al pubblico, con le referenze delle aziende che si susseguiranno ad intervalli di 40 minuti.

– Uno spazio-enoteca allestito nella piazza principale di Guagnano con i vini top di gamma, aperto al pubblico, gestito dai sommelier AIS Lecce, a cui sarà affidata anche l’area circoscritta del Comune di Guagnano contraddistinta da tre diverse colorazioni in base alla tipologia di vino: Bianco, Rosso e Rosato.

– A partire dalle ore 21 sul palco allestito per l’occasione, con la presentazione di Barbara Politi, si esibirà la “Martina Malagnino Band”, a seguire il talk show e la premiazione condotto da Davide Gangi ed il concerto di Teresa De Sio.