Inquilini alloggi Earp morosi con Acquedotto Pugliese: il Comune media.

L’Amministrazione Comunale è intervenuta per cercare soluzioni che evitino il blocco della fornitura idrica 

stampaCronaca/ di Palazzo Orsini

Galatina – Nei giorni scorsi,  presso la sede comunale di via Umberto I, si è tenuto un incontro tra l’Amministrazione comunale, rappresentata dal Sindaco Marcello Amante, dall’Assessore ai LL.PP. e Urbanistica Loredana Tundo e dal Dirigente della Direzione LL.PP. e Territorio e Ambiente Rita Taraschi e l’Acquedotto Pugliese nelle persone di dirigenti e funzionari: dott. Cesare Spedicato, geom. Carlà, dott. Centonze. 

Motivo della riunione, sollecitata da alcuni cittadini in regola con i pagamenti e occupanti alloggi di uno dei condomini ERP con elevata morosità, la comunicazione di interruzione di fornitura idrica per la data dell’11 settembre p.v., qualora non si fosse provveduto a sanare il debito.

L’Amministrazione comunale, dopo la riunione presso la sede dell’AQP del 24 agosto scorso, ha ritenuto di incontrare gli amministratori condominiali al fine di esporre quali azioni poter porre in essere per l’avvio del procedimento di richiesta di frazionamenti con distacchi per singoli appartamenti negli immobili amministrati, contestualmente alla possibilità da parte dei debitori di dilazionare il debito. In questo i rappresentanti dell’Acquedotto Pugliese si sono resi disponibili a supportare l’Amministrazione nella ricerca di soluzioni transattive.

L’incontro è stato proficuo e al riguardo sono state individuate azioni utili per poter definire e dar corso alla risoluzione, anche caso per caso, delle diverse situazioni di morosità.

L’AQP si è resa disponibile per supportare, con il suo staff, ogni azione tesa a rimuovere delle problematiche e già nei prossimi giorni ha fissato le prime riunioni con i vari amministratori presso la sede Aqp di Lecce.

L’Amministrazione comunale si farà carico di inviare apposita richiesta ad AQP per una traslazione di almeno 60 giorni della data dell’11 settembre fissata per la chiusura dell’erogazione dell’acqua nel condominio interessato, per permettere all’amministratore di concordare una possibile soluzione transattiva per i pagamenti.