“Lampada senza luce” va in Consiglio Comunale.

Interrogazione del consigliere Spoti, ma domani mattina (15 maggio) viene assicurato l’inizio dei lavori per il ripristino dell’impianto idrico.

La PupaCronaca/ di p.z.

La “Pupa” finisce in Consiglio Comunale e se ne parlerà il 17 prossimo venturo per via di una interrogazione presentata dal consigliere socialista Giuseppe Spoti. All’evidenza lo stato di deterioramento oltre che di abbandono in cui versa la celebre opera (meglio dire il suo calco) dell’artista galatinese Gaetano Martinez.

Da tempo ormai – scrive il consigliere socialista– la Pupa si ritrova abbandonata a se stessa, senza che nessuno si sia preoccupato di riempire la vasca, di riattivare i getti di acqua, pulire ed operare interventi di manutenzione ordinaria per il corretto funzionamento dell’impianto

Demmo notizia su queste pagine di “un accordo”, che evidentemente non era tale, formalizzato in una delibera di Giunta, secondo la quale i problemi della “Lampada senza luce” sarebbero presto finiti e la statua non avrebbe avuto più problemi di ogni tipo in quanto una nota Ditta galatinese, la De Pascalis Impianti, avrebbe assicurato la sua manutenzione e la sua funzionalità.

Da allora non se ne è fatto nulla probabilmente perchè una delle parti avrebbe preteso più di quanto l’altra era disposta a concedere o ad assumersi come impegno, fatto sta che tutto cadde nell’immobilismo e nel dimenticatoio e la “Pupa” resto lì al secco ed all’incuria a far brutta mostra di se.

“Considerato che con l’arrivo della stagione estiva e turistica – rileva Spoti- lasciare la Pupa in stato di abbandono e degrado significherebbe presentare un pessimo biglietto da visita ai visitatori risulta del tutto insensato spendere centinaia di euro dei cittadini per il week-end alla BIT di Milano per promuovere il nostro territorio, se poi manca la sensibilità di riqualificare uno dei principali simboli della nostra città situato in pieno centro”.

“La presente interrogazione – conclude Spoti – per sapere quali sono le ragioni che da Dicembre 2017 ad oggi hanno impedito l’esecuzione della delibera n.135, quando tale delibera diventerà esecutiva e quando verranno realizzati i lavori previsti”.

Ne bel mentre si ha contezza di detta interrogazione giunge notizia da uno dei titolari dell’Azienda galatinese che già da domani mattina (martedì 15 maggio) prenderanno il via per il ripristino della funzionalità dell’impianto idrico, poi ha commentato:”dovranno essere loro a dirci cosa vogliono fare”.

La Pupa avrà la sua frescura, ma da quanto si è potuto capire non sarà per lunga durata in quanto il problema dell’impianto sarebbe dovuto, in fase di attività, ad un surriscaldamento delle pompe che porterebbe ad un blocco del funzionamento delle stesse. Insomma, per un suo corretto funzionamento non sarebbe un problema anche in termini economici.