Le forze dell’ordine mettono i lucchetti ai cancelli di ingresso del “Pippi Specchia”

La Società era stata invitata a consegnare le chiavi dopo aver disertato la trattativa sui debiti pregressi. La prima di campionato a Nardò?

Pro Italia1Cronaca/ di p.z.

Tutto inizia da lontano ma il prologo è solo di pochi giorni fa. L’epilogo è della giornata di ieri. Giorni fa si è avuta una riunione tra sindaco, assessore allo sport, dirigente LL.PP. e funzionario delegato alla gestione degli impianti sportivi comunali. Oggetto dell’incontro non le nuove gare per l’assegnazione del servizio di gestione degli impianti (sull’argomento ritorneremo presto), bensì risolvere il problema di come venire giustamente incontro alle esigenze delle Società Sportive ( l’inizio delle competizioni federali è alle porte) ed ingiustamente a quelli dei  gestori (?) morosi degli impianti sportivi comunali.

La decisione scaturita dall’incontro è stata quella di convocare i gestori morosi e concordare con loro una sanatoria alla situazione debitoria pregressa.

All’incontro, meglio dire alla trattativa, non si sono presentati i proprietari della Pro Italia Galatina tra l’altro gestori dello Stadio comunale “Pippi Specchia” ed anch’essi morosi. Da ciò è partita una lettera da parte dell’Amministrazione Comunale alla Pro Italia con l’ invito ufficiale alla restituzione immediata delle chiavi dei cancelli di ingresso agli impianti sportivi di via Chieti e del “Pippi Specchia”.

La stessa lettera è stata inviata per conoscenza alle forze dell’ordine del territorio. Per tutta risposta giunge, invece, all’Ufficio Protocollo un’altra lettera della Pro Italia che chiede la disponibilità del campo sportivo per l’incontro ufficiale di campionato Pro Italia Galatina- Molfetta del 10 settembre.

Rapido giro di consultazioni tra la responsabile della direzione dei LL.PP. e quella della Lega Dilettanti Pugliese dott.ssa Tondo ed emerge che la Pro Italia Galatina è regolarmente iscritta al campionato di Eccellenza Pugliese. “Ci sono problemi?”  chiede la responsabile della Federazione. “Nessun problema che non sia risolvibile per la prima del campionato” ha risposto la Dirigente.

Cos’era successo? Era successo che, forse con eccessiva faciloneria, qualche assessore aveva preso impegno con rappresentanti della Società che sull’utilizzo dello Stadio non ci sarebbero stati problemi. E le evidenze confermano che tutti vi abbiano creduto.

Invece, una volta accertato che la Società risultava regolarmente iscritta al campionato ed aveva risposto negativamente all’invito alla consegna delle chiavi, nella giornata di ieri il fabbro accompagnato da agenti di PS, dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia Municipale si è presentato armato di grimaldello per divellere le vecchie serrature degli impianti comunali di via Chieti e del “Pippi Specchia” e sostituirli con nuove serrature.

Da fonti vicine alla dirigenza della Società si apprende che forse l’incontro contro Molfetta si potrebbe disputare nello stadio Comunale di Nardò.