Saldamente al comando il Fasano, il Casarano agguanta il secondo posto.

Fermati sul pari Gallipoli e Avetrana. Solo la matematica non condanna ancora alla retrocessione la Pro Italia.

pallone-in-reteSport/ di Franco Martines

Galatina – Una sconfitta dopo l’altra per la Pro Italia Galatina e questa volta a fare bottino pieno  è il Corato che ha inflitto un pesante nove a zero alla squadra galatinese che altro non ha potuto fare che incassare un altro risultato pesante che la ferma all’ultimo posto in classifica per una ormai certa retrocessione nella categoria inferiore del campionato di Promozione.

Questa è purtroppo la situazione in casa biancostellata, quando mancano cinque giornate alla fine del campionato 2017/2018.

Un campionato che la Pro Italia aveva iniziato bene dimostrando di essere  all’altezza della situazione e con una squadra in grado di competere degnamente con le altre concorrenti in questo importante torneo regionale di Eccellenza.

Per venire alle altre partite che si sono giocate nella venticinquesima di campionato, si registra la vittoria del Casarano che di misura ha regolato il Bisceglie consolidando la posizione in classifica nella parte alta e con buone possibilità di lottare per il salto nella categoria superiore. Il suo cammino comunque, non si presenta facile per la presenza di alcune squadre di buon livello tecnico e decise a ben figurare in questa parte finale del campionato.
Non è andato invece oltre il pareggio il Gallipoli dai risultati alterni, tutto sommato si accontenta di un punto su un campo non facile come quello di Vieste e muove la classifica candidandosi anch’esso a lottare per conquistare la categoria superiore.

Sconfitta interna per il Novoli che scivola al penultimo posto in piena zona play -out , mentre il suo avversario , il Barletta, prosegue la sua marcia per uscire dalla ” zona calda ” della classifica. Una squadra questa, in ascesa e con buone probabilità di conquistare la salvezza dopo un inizio di campionato non all’altezza della situazione per una squadra dall’antico blasone.

L’Omnia  Bitonto va avanti bene e  ha incassato tre punti contro l’Aradeo, anch’esso in crisi nella parte bassa della classifica, mentre il Bitonto non va oltre il pareggio a Trani, ma prosegue la sua marcia fra le maggiori protagoniste del campionato.

Da rilevare il quotato Fasano che in trasferta a Otranto, fa sua l’intera posta in palio, consolida la sua posizione in testa alla classifica , confermando il buon momento di forma soprattutto nella fase finale e più importante della stagione dove qualità ed esperienza avranno un peso decisivo.

Chi non molla è l’Avetrana, squadra ostica e difficile per tutti che ha battuto il Molfetta e dimostra di avere le carte in regola per lottare fino all’ultima giornata e sperare nei play-off.

Una squadra ritenuta da molti una sorpresa della stagione, ma che alla distanza ha dimostrato di saper tenere testa con decisione a quelle che erano partite con i favori dei pronostici.