Spelacchio, Spelacchino e le malote.

Dammi una M di “MALOTE” ed una S di “SICCATU”

 

Lettere/ di Vito Lisi

Galatina – Cerco di adeguarmi anche io comunicando in maniera elementare e diretta nella speranza che qualcuno dell’amministrazione Amante possa venire incontro alla richiesta ed al disagio in cui vivono alcuni cittadini.

Attendiamo con palpitante attesa che l’Amministrazione si decida a fare la disinfestazione contro le “MALOTE” e la messa in sicurezza del marciapiedi in via M. D’Enghen nei pressi del pino “SICCATU”.

Certi dell’attenzione salutiamo cordialmente.

*************************************************************************************************

Caro Vito,

vada per la disinfestazione, ma per “Spelacchino” non puoi e non devi proprio lamentarti. E’ un’opera d’arte che fa parlare di se come a suo tempo fu per “Spelacchio” a Roma.  

Questo è purtroppo il risultato di circa 180.000 euro annui buttati al vento per la manutenzione del verde pubblico cittadino di cui dai tempi della Giunta Garrisi se ne è occupata e continua ad occuparsi (nelle more dell’espletamento di un bando di gara che pare più difficoltoso della scalata dell’Himalaya) la Società “Ambiente e Verde”. 

Le radici, in questo caso non quelle del Pino seccate, non si dimenticano per cui per il bando di gara si può andare con calma tanto ci stanno pur sempre le proroghe no?