Day: January 5, 2019

“Succede tutto in un giorno

Non so se mentre sto finendo di scrivere questa lettera Sarah piange ancora, spero di no.

Rubriche/PensieriParole/di Piero D’Errico

A guardarla ne dimostra si e no quindici, ne ha quasi ventidue di anni, li compie il 5 gennaio, oggi. Sarah, il suo nome.

Read More

Maltempo/Cavalli e baby vitelli col cappotto

Tubature ghiacciate ed animali negli allevamenti stressati dal freddo.

Cronaca/ di Coldiretti Puglia

La colonnina di mercurio ha toccato lo zero in Puglia, sta nevicando da ore su tutte le province e l’arrivo del gelo colpisce gli ortaggi coltivati in campo aperto, ma a preoccupare sono gli animali negli allevamenti che sono stati prontamente ‘vestiti’ con cappotti e cappottini, a partire da cavalli e vitellini.

Read More

La Befana/ Tutto ciò che non avete mai saputo e nessuno vi ha raccontato.

Rubriche/PensieriParole/di Redazione

Alzi la mano chi tra voi lettori non l’ha mai aspettata, a volte restando sveglio anche tutta la notte, per sentire i suoi passi nella propria casa.

Ma chi è in realtà questa vecchietta che viaggia a bordo di una scopa volante e scende dai camini delle case
e lascia ai bimbi buoni dei doni e ai cattivi solo carbone nella notte tra il 5 e 6 gennaio?

La Befana è un personaggio mitico e la sua origine non è databile: la Befana esiste da sempre, discende da tradizioni magiche precristiane che nel tempo, e con l’aggiunta di elementi folcloristici e cristiani, l’hanno resa ciò che è: una vecchina che porta doni o carbone ai bimbi a seconda di come si sono comportati durante l’anno. Porta i suoi doni in ricordo di quelli offerti dai Magi al piccolo Gesù.

Veste una gonna lunga e di colore scuro ed un grembiule, uno scialle, un fazzoletto sulla testa e un paio di ciabatte molto consumate…naturalmente non può mancare la scopa magica con la quale sorvola i cieli di tutto il mondo, si ferma sui tetti e calandosi dai camini riempie le calze appese dai bambini con dolcetti o carbone.

Quando entra nelle case di solito la Befana vuole rifocillarsi un po’ dal viaggio. E’ usanza, infatti, che i bimbi, oltre ad appendere la calza, preparino insieme ai genitori una buona colazione alla vecchina. Il giorno seguente si trova sempre tutto in disordine: la Befana è passata e ha mangiato tutto. Alcuni bambini raccontano di aver trovato anche le impronte della Befana su piatti e tazze.

Secondo la leggenda la Befana abbiamo detto ricorda la visita dei Re Magi a Gesù Bambino…Esiste a tal proposito anche una leggenda che si tramanda da secoli e che permette di capire il ruolo di questa vecchina con la scopa.

I tre Re Magi, per raggiungere la grotta dove era nato il Salvatore attraversarono molti paesi seguendo una stella e in ogni luogo in cui passavano gli abitanti accorrevano per conoscerli e unirsi a loro. 

Si racconta che i Magi diretti a Betlemme si erano persi e che si fermarono davanti ad una casa per chiedere indicazioni ad una vecchietta. Dopo aver ricevuto le informazioni i tre re chiesero all’anziana di seguirli per far visita al Salvatore ma la signora non volle uscire di casa.

Dopo poco si pentì, preparò in fretta un cesto di dolci e si mise a cercarli senza riuscirci. Così si fermò davanti ad ogni casa che incontrò donando dolci a tutti i bimbi che vedeva nella speranza che uno di loro fosse Gesù bambino. 

Da allora la leggenda vuole che nella notte tra i 5 e il 6 gennaio questa vecchina voli sulla scopa con un sacco sulle spalle e porti doni per farsi perdonare. La Befana passa nelle case e lascia ai bimbi buoni dei regali, quei regali che all’epoca non poté dare a Gesù.

La Befana non è una strega, lei è sempre sorridente e porta dolci e regali. Punisce con il carbone solo i bambini che proprio tutto l’anno sono stati disobbedienti.

La Befana è legata anche alle tradizioni agrarie pagane. Il suo arrivo chiude le feste natalizie e dunque anche l’anno trascorso. Il giorno dell’Epifania segna la fine dell’anno solare e l’inizio dell’anno lunare. Il suo aspetto di vecchina rappresenta dunque una raffigurazione del vecchio anno e i suoi doni prendono così un valore propiziatorio per l’anno nuovo.

Sabato 5 dicembre dalle ore 22.00 si balla a Levèra con Tony Bassetti Deejay.

Dalle ore 22.00 in via Bellini, 24 a Noha (Galatina).

Eventi/ di Circolo Levèra Galatina

Classe 1971. Inizia a muovere i primi passi nel 1984 esibendosi in alcuni party scolastici dell’epoca dove viene molto apprezzato per le sue selezioni musicali.

Grande amante e collezionista di dischi in vinile verso la fine degli anni ’80, inizia a collaborare con alcune emittenti radiofoniche, dove oltre a fare il DJ, si occupa anche della parte tecnica. Alcuni dei tanti programmi radiofonici ideati e curati personalmente da lui erano “NOTTE ROCK”, e “TRIP-HOP LIVE”.

Nei suoi DJSet spiccano il Classic Rock, la Disco70, il Funky, il Rock‘n’roll, gli anni ’80 e molto altro. Lui stesso ama definirsi “Sperimentatore di diversi generi musicali sapientemente miscelati tra di loro”.

Tra i suoi artisti preferiti: David Bowie, The Cure, Aretha Franklin, Pink Floyd, Blues Brothers, Deep Purple, Talking Heads…solo per citarne alcuni.

I giovanissimi della Showy Boys al primo raduno stagionale Volley S3

Sport/Volley/di Showy Boys

Un pomeriggio all’insegna del sano divertimento per i piccoli atleti della Showy Boys Galatina in occasione del primo raduno minivolley organizzato giovedì 3 gennaio dal Comitato Fipav di Lecce. Al palazzetto dello sport di Aradeo, alle ore 15, sono iniziate le gare che hanno visto gareggiare gli allievi bianco-verdi coordinati dal responsabile di settore Orazio Codazzo e dallo staff di istruttori.

Read More

Sfida al vertice contro Massa per Efficienza Energia

Sport/Volley/di Piero de lorentis

Prima gara del 2019, terz’ultima del girone di andata, per il gruppo guidato da mister Stomeo che, domenica 06, incontrerà al PalaPanico il sestetto di Massa Lubrense sapientemente condotto da Nicola Esposito.

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén