Day: March 10, 2020

Galatina/Marcello Amante ai cittadini: “Vi chiedo pazienza e responsabilità. Stiamo scrivendo una pagina di storia difficile”.

Cronaca/ Ufficio Stampa Marcello Amante.

Care concittadine e cari concittadini,

siamo chiamati a unità, oggi più che mai. E se questo significa sacrificio, sacrificio sia, purché di cuore.

Read More

Galatina/I commercianti di corso Porta Luce volontariamente fermano la propria attività.

Cronaca/di I Commercianti di corso Porta Luce.

@noistiamoacasa 
Alla luce di quanto affermato dal presidente Conte la maggior parte dei  Commercianti di Corso Porta Luce di Galatina, comunica che volontariamente ha deciso di FERMARE le proprie attività commerciali.

Read More

Galatina/Da oggi Uffici comunali chiusi al pubblico. Fanno eccezione Polizia Locale, Anagrafe e Protezione Civile.

Cronaca/di Redazione

Galatina – Diventano immediatamente esecutive le disposizioni contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 relative alle ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6 sulle misure urgenti in materia di contenimento e gestione deII’emergenza Covi-19 applicabili suII’intero territorio nazionale.

Read More

Vertice Coronavirus in Prefettura. Chiarito il decreto presidenziale: il mercato settimanale si può fare. buone notizie da Aradeo.

Cronaca/di Redazione

Lecce – Summit in Prefettura nella giornata di ieri 9 marzo. Erano presenti il direttore generale della Asl Rodolfo Rollo accompagnato dal responsabile del servizio Igiene Alberto Fedele, il presidente della provincia Stefano Minerva, il sindaco di Lecce Carlo Salvemini.

Read More

Sospese le messe ma anche le feste patronali, le processioni, le stazioni quaresimali ed altro.

Le chiese restano aperte, ma solo per la preghiera individuale.

Cronaca/ di Redazione

Accolte e ratificate dalla Cei, le disposizioni contenute nell’ultimo decreto del presidente del Consiglio dei Ministri pertanto sono state sospese anche le messe.

Read More

Dall’8 marzo in 4651 hanno segnalato il loro rientro in Puglia dalle zone di rischio.

Cronaca/ di Redazione

Dovranno sottoporsi a 14 giorni di isolamento.

Da ieri sono 4651 le persone che hanno compilato il modulo di autosegnalazione on line per dichiarare di essere rientrate in Puglia da Lombardia e province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio- Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia (dato aggiornato alle ore 19 di oggi 9 marzo). 

In totale, dal 29 febbraio ad oggi, sono 11468 i moduli on line di autosegnalazione per dichiarare di essere rientrati in Puglia. Il dato è in continuo aggiornamento. Analizzando i dati si evince che negli ultimi due giorni le autodichiarazioni fatte sul portale della Regione sono più che raddoppiate.  Il modulo è disponibile sul portale della Regione Puglia nella sezione dedicata al Coronavirus, al link al modulo: https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus

I pugliesi possono segnalare questa circostanza del loro rientro in Puglia dalle suddette zone anche telefonicamente al proprio medico curante. Chi è rientrato dalle zone indicate (dal 7/03/2020) per soggiornare nel proprio domicilio, abitazione o residenza in Puglia deve osservare, come da ordinanza della Regione Puglia, la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni e il divieto di spostamenti e viaggi; rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza; in caso di comparsa di sintomi, deve avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione.

Coronavirus/diffonde il panico via internet denunciato giovane pugliese di 21 anni.

Cronaca/di Redazione

Un giovane di 21 anni è stato denunciato dalla Polizia per procurato allarme per aver girato e diffuso sui social un video che riprendeva ambulanze, Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco nel centro cittadino, sostenendo che fossero lì per un paziente risultato contagiato.

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén