Falce e Marcello

Da Rauti a Minerva…le quaglie volano sempre.

Lettere/ di Roby T. 

Galatina – Le posso chiedere come un’amministrazione, che ha al suo interno ragazzi che osannavano Pino Rauti, che intitolavano la sede giovanile a Paolo Di Nella, che si proclamano persone di destra, può votare insieme alla sinistra un candidato della sinistra?!? Mi sembra di rivedere la vecchia democrazia cristiana, pronta a tutto pur di governare.

Questa politica è andata indietro di oltre 30 anni, ed è forse proprio questa la vera natura di Andare Oltre. Andare oltre nel passato, andare oltre quello che si era raccontato in campagna elettorale. Per questa politica è più importante dire di aver vinto, e fare selfie e selfini con i vincitori, che vincere o provare a vincere insieme a coloro che condividono gli stessi valori, ideali e proclami.

Inoltre una domanda sui tanti incarichi dati ad un’associazione: in caso di bando, da parte del Comune o di qualche altro ente, le continue proroghe ed i continui incarichi porteranno un vantaggio all’associazione galatinese rispetto ad altre associazioni/studi professionali/agenzie che operano nel settore del turismo?

La risposta è sì, perché è indiscutibile il vantaggio non economico che una miriade di incarichi di questo tipo portano ad un’associazione e a chi sta dietro. Possibile che l’assessore alla cultura non dica nulla? Ed il vicesindaco, che dovrebbe fare da contrappeso all’interno di una giunta, cosa pensa? Un saluto da Roby T.

*************************************************************************************************

Nella vita tutto è possibile. Magari sarà anche possibile che prima o poi si veda Sindaco e Giunta Comunale celebrare il 25 aprile cantando Bella Ciao. 

Sugli incarichi dati ad una Associazione, credo si riferisca a Città Nostra, lei ha completamente ragione ma a quanto lei afferma io li aggiungerei i vantaggi economici.  

Basti pensare che in appeno un anno e mezzo di governo cittadino l’Associazione in questione ha gestito, concessi dal Comune, circa 30.000 euro di soldi pubblici. Cosa ci vuol fare, se a quanto dicono, l’assessore Mauro si fida ciecamente solo del presidente di Città Nostra perché lo ritiene una persona seria ed affidale.

Un po come dire che tutti gli altri presidenti di Associazioni sono poco seri ed inaffidabili. Ricambio il saluto.