Assegnato alla ATS “Amici dello Sport” composta in maggioranza dai “soliti noti” che avrebbero dovuto essere esclusi.

Cronaca/Amministrativa/di Redazione

Afferma il consigliere del M5S Paolo Pulli : “Lo sport riveste una importanza fondamentale per i giovani e le famiglie principalmente in questo periodo di lockdown. Lo scarno comunicato stampa del sindaco con cui annuncia l’affidamento dell’impianto sportivo del Palazzetto dello sport ad una proposta di sponsorizzazione ambiziosa ed impegnativa deve portare a guardare con attenzione l’iniziativa per capirne la portata e la fattibilità”

“Sono sicuro che verrà realizzato quanto detto – prosegue il consigliere Pulli – ma è necessario visionare la proposta così sinteticamente illustrata dal Sindaco. L’impianto per anni è stato utilizzato senza adeguamento alle più elementari misure antincendio così come abbiamo appreso dalla stampa.

Pertanto è ancora più importante visionare le proposte pervenute e porre una particolare attenzione a questi aspetti unitamente ad altri che non sono certamente di secondaria importanza”

Per le motivazioni dinanzi esposte il consigliere Pulli ha chiesto che gli vengano inviati i seguenti documenti :”1) la delibera di Giunta di assegnazione della gestione del Palazzetto dello Sport alla costituenda ATS “Amici dello Sport” che al momento in cui scrivo non è disponibile sull’albo pretorio; 2) la proposta di sponsorizzazione risultata vincitrice, gli allegati e tutti gli altri elaborati utili; 3) la proposta di sponsorizzazione o le proposte di sponsorizzazione pervenute non vincitrici; 4) i protocolli di ricezione dei documenti su richiesti”.  

Con riferimento a quanto dichiaratoci dal consigliere Pulli essendo stata fatta dal Sedile, con documentazione fotografica, la denuncia relativa all’inosservanza dal 2018 al 2021 di ogni elementare misura di sicurezza in una struttura in cui peraltro si facevano disputare, incoscientemente, attività federale con presenza di spettatori, bisogna aggiungere che buona parte delle Società componenti l’attuale ATS, “Amici dello Sport” aggiudicataria dell’assegnazione (una in particolare sempre presente dal 2017 ad oggi) sono le stesse che hanno gestito il complesso Palazzetto dello Sport da un lustro.

Non avrebbe dovuto essere questo, insieme ad altri concause, un motivo di esclusione della ATS dalla gara? Possibile che Sindaco, Assessore allo sport, Assessore ai LL.PP. non ne fossero a conoscenza? Così fosse, ma ci crediamo poco, diciamo che da questo momento in poi, e per il prosieguo della vicenda, non potranno più accampare questa scusa.