Cronaca/di pietro zurico

L’articolo 2 del regolamento dell’Albo Comunale delle Associazioni al secondo comma così recita: “L’iscrizione all’Albo comunale costituisce presupposto per l’instaurazione di rapporti di collaborazione tra le Associazioni e l’Amministrazione Comunale improntati a criteri di trasparenza (…)”.

In altri termini nessun tipo di rapporto di collaborazione tra Amministrazione comunale ed Associazioni può essere instaurato se non previa iscrizione della stessa nell’Albo comunale delle Associazioni.

Poi capita tra le mani la Delibera di Giunta n.191 del 21 luglio 2021 avente per oggetto l’iscrizione all’albo comunale delle Associazioni della “Virtus Basket Galatina A.S.D. In essa si legge che il 06 luglio del 2021 la sig.ra Antonella Sabella, in qualità di Presidente dell’Associazione Virtus Basket Galatina A.S.D. (Bisogna dire che questa associazione cambia presidenti con la stessa frequenza con cui si cambia un abito, chissà perchè? – n.d.r.-) costituitasi in data 20/08/2015 ha chiesto l’iscrizione all’Albo Comunale delle Associazioni.

la Delibera in oggetto conclude che “Sussistendone i presupposti, di accogliere l’istanza presentata dalla Presidente dell’Associazione Virtus Basket Galatina A.S.D. e, per l’effetto, di iscrivere la predetta Associazione
nell’apposito Albo comunale delle Associazioni, ai sensi del Regolamento comunale approvato con deliberazione C.C. n. 25 del 26.10.2017

La prima domanda che viene spontanea è: “Perchè mai un’associazione nata nel 2015 decide soltanto dopo 7 anni di iscriversi all’albo delle associazioni comunali e come mai nel 2019 le viene assegnato in gestione il Palazzetto dello Sport pur non iscritta all’Albo?” La stessa Associazione inoltre, sotto forme diverse, è stata diverse volte assegnataria della gestione della struttura.

Nel 2017- 2018 la ritroviamo. con la delibera di Giunta comunale n. 137 del 2017 a gestire il Palazzetto con l’ATS “Amici del palazzetto dello Sport”.

Nel 2019, sempre con Delibera di Giunta Comunale, la n.246 dell’8 ottobre 2019, la ritroviamo, come già detto, unica assegnataria nella gestione complessiva del Palazzetto dello Sport e degli impianti esterni. Dal 2020 ad oggi causa Covid (così dicono) è ancora gestore del Palazzetto in regime di proroga.

Non voglio entrare nel merito della disastrosa gestione dell’immobile sia per quanto concerne la gestione della sicurezza dell’impianto che altre situazioni assai poco trasparenti tipo, giusto per fare un solo esempio, 4 fatture dell’AQP Acquedotto Pugliese SPA tutte con riferimento 2019 e tutte con riferimento “consumo acqua presso Palazzetto dello Sport di via Chieti” per un importo complessivo di ben 6.900 euro. 

Sono state pagate dall’Amministrazione comunale (a quale titolo?) con disposizione di pagamento della Direzione Territorio e Qualità Urbana tramite Determinazione n. 309 del 05 maggio 2020. Ma le utenze non dovevano come da contratto essere volturate al gestore?

Nel merito però sono assai curioso di sapere da chi di competenza, e quindi i 3 assessori presenti in Giunta insieme al Sindaco (Mauro, Tundo e Giaccari) che nel 2019 hanno deliberato l’assegnazione in gestione del Palazzetto dello Sport alla Virtus Basket Galatina in base a quale criterio lo hanno fatto: ignoranza del regolamento? Oppure…?