Cronaca/di pietro zurico

Tanto tuonò che piovve. L’incarico conferito all’ing. Antonio Leo non era stato decisamente accolto in città con la fanfara .

Il professionista era risultato vincitore del concorso, per titoli e colloquio, per la copertura in pianta organica nel comune di Galatina di un posto di alta specializzazione Cat. D, profilo professionale di “Specialista Tecnico” a tempo pieno e determinato.

Antonio Leo è un professionista il cui profilo professionale non può passare inosservato; lo avevo stigmatizzato su queste pagine https://www.ilsedile.it/galatina-ling-antonio-leo-ha-vinto-il-concorso-a-tempo-determinato-di-specialista-tecnico-un-tecnico-che-difficilmente-passa-inosservato/ e lo avevano stigmatizzato i consiglieri comunali Carrozzini, Spoti, De Paolis e Pulli con una interrogazione consiliare.https://www.ilsedile.it/galatina-assegnazione-posto-specialista-tecnico-alling-antonio-leo-carrozzini-pulli-de-paolis-e-spoti-prendono-le-distanze-ed-invitano-il-sindaco-ad-agire-per-liberare-il-campo-da-dubbi-e-o/

Sembrava, forse nella sola apparenza, che il sindaco Amante volesse però procedere sulla strada intrapresa confermando la sua scelta e di confermare il professionista nell’incarico legando la durata dello stesso al suo mandato sindacale.

Il 1° settembre il professionista avrebbe dovuto prendere servizio presso il Dipartimento dell’Urbanistica ed invece, nella stessa giornata, è stata pubblicato sull’albo online del Comune l’ordinanza sindacale n. 13/2020 con la quale è stato comunicato che: “Con nota trasmessa in data 28/08/2020 il suddetto professionista ha comunicato l’indisponibilità ad accettare l’incarico a motivo dell’intervenuto conferimento di incarico dirigenziale presso l’ASL di Foggia“.


“All’s well that ends well”. Tutto è bene quello che finisce bene direbbe Shakespeare sopratutto quando il paracadute funziona. E’ andata bene anche all’arch. Donatella Grimaldi che grazie alla “indisponibiltà” dell’ing. Leo gli subentra nell’incarico come risulta dalla nomina conferita con il medesimo decreto sindacale alla professionista.