Category: Opinioni Page 1 of 11

Elena Esposito:”Calce, cazzuola e maniche rimboccate, ricostruiamo il futuro del centro-sinistra”.

Rubriche/di Elena Esposito

Galatina – Le tensioni ed i contrasti presenti nel centro-sinistra galatinese che si sono evidenziati nella recente campagna elettorale restano oramai sullo sfondo.

Invero, a mio parere, tali tensioni erano più presenti tra gli esponenti  politici che nell’opinione pubblica galatinese.

Poi le luci si spegneranno, le piazze si svuoteranno e…”Andiamo a vincere”.

Rubriche/Opinioni/di Piero D’Errico

Galatina – Tutto è diventato più chiaro, anche gli schieramenti in campo delle coalizioni che non sono arrivate al ballottaggio.

Tutto fermo ai nastri di partenza, ad aspettare il via per l’ultima tappa.

Siamo a …meno 3

Rubriche/Opinioni/di Piero D’Errico

Galatina – Spero siano in tanti i lettori della dichiarazione e nello stesso tempo comunicazione come definita dallo stesso coordinatore avv. Luigi Stomaci, pubblicata ieri.

Tra cantieri politici ancora aperti e wok in progress siamo giunti a: “Meno Quattro”.

Rubriche/Opinioni/di Piero D’Errico

Galatina – Se i voti degli elettori del PD potessero e sottolineo potessero, andare alla coalizione di Marcello Amante, a maggior ragione e logica, potrebbero convergere per gli stessi motivi nella stessa coalizione i voti del Dott. Antonaci, che essendo ancora più a sinistra non potrebbe mai e poi mai convergere e fare un tutt’uno con l’elettorato di una chiara marca di destra.

Shakerando.

Rubriche/Opinioni/di Piero D’Errico

Galatina – Passata la “tempesta imperfetta” con il chiacchiericcio conseguente.

Affogata l’amarezza che pur non mi si vedeva, “tranquilli tutti, nella  foto, sono quello in mezzo che sta shakerando” e la musica di sottofondo è un noto ritmo caraibico.

“Candidati sindaco, da oggi solo risposte concrete e tempi certi, basta vaghe promesse”.

Rubriche/Opinioni/di F. Saverio Schinzari.

Galatina – Si è conclusa con sollievo dei tanti, questa prima fase della campagna elettorale di Galatina che ci porterà al 26 giugno per il ballottaggio tra il sindaco uscente Amante e l’outsider Vergine che ha trovato un buon largo consenso.

I delusi del giorno dopo.

Rubriche/Opinioni/di Luigi Mangia

Galatina – L’elettorato, disorientato dall’eccessiva presenza dei candidati, ha messo la candidata Sandra Antonica sotto i 3mila voti, Marcello Amante sotto i 5mila voti, Fabio Vergine sotto i 6mila voti.

Cosa ci faccio io qui! Una risposta a tante domande.

Rubriche/Opinioni/di Piero D’Errico.

Cominciai così.

Impaurito su un palco in piazza San Pietro quasi mezzo secolo fa, in una delle prime se non la prima campagna elettorale.

Sono ancora qua e dopo quasi 50 anni penso di concludere una carriera politica che non è mai iniziata.

Una bella gioventù.

Rubriche/Opinioni/di Piero D’Errico

Galatina – Tra i toni medio alti di una campagna elettorale molto calda in tutti i sensi, tra accuse e difese, tra la difesa di chi documenta quanto fatto e l’accusa di chi invece fa molto prima, ad affermare con convinzione: “ nu n’iti fattu nienti ! “, mi sono un po’ perso in queste belle serate elettorali di un giugno che vuole fare “agosto”.

“Nasconderella”, nuova moda del civismo per nascondere vuoto ideologico e riciclaggio di volti consunti.

Rubriche/Opinioni/di Piero D’Errico

Tra i tanti giochi ufficiali di questa torrida campagna elettorale  (primo tra tutti la tombola) vi è un altro gioco non meno ufficiale chiamato “nascondarella”.

La dodicesima lista.

Rubriche/Opinioni/di Piero D’Errico

Galatina – La dodicesima lista fu quella dei Sindaci.

Francamente non conosco il tema o le tematiche trattate, ma in tutta sincerità non mi interessano neanche, perchè dietro la facciata o dietro lo slogan c’è un solo e unico motivo: vota Lui.

Gran Varieta’

Rubriche/Opinioni/di Piero D’Errico

Galatina – Avrei preferito di no, ma come dice una canzone

“La vita è questa”.

Ho incontrato qualche giorno fa un amico che mi ha fatto notare furtivamente un “santino” con la sua foto, la sua lista e il suo sindaco. La candidatura non ricordo bene in quale lista.

“Puo’ piacere o no, ma questa e’ la mia scelta”.

Lettere/di Piero D’Errico

Quella di Marcello Amante, non fu solo una vittoria, fu per noi coalizione di fronte, un’umiliazione e nello stesso tempo un insegnamento.

Fu la storia di quattro sconosciuti che riuscirono a prendersi gioco di un’ armata che si credeva invincibile e in cui pullulavano “guru, strateghi e indovini”.

Galatina/Confronti, comizi e dibattiti elettorali: Perche’ non cominciare dalle cose piu’ piccole e fattibili per le quali serve solo volonta’ e pochi spiccioli?

Rubriche/di pietro zurico

Mentre seguivo l’intervista fatta ai candidati sindaci della mia citta’ dalla collega di Antenna Sud mi veniva in mente quel passo del Manzoni dei Promessi Sposi in cui descriveva i litigiosi capponi che Renzo Tramaglino portava al dott. Azzeccagarbugli come : quelle quattro teste (…) le quali intanto s’ingegnavano a beccarsi l’una con l’altra, come accade troppo sovente tra compagni di sventura“.

Galatina/”Chiedo ai candidati sindaci: quale è il modello di città felice per il quale chiedete il voto per amministrare?”

Rubriche/di Luigi Mangia

Per la nostra città, la rigenerazione urbana è stata una grande opportunità, perché ha favorito il recupero, la ristrutturazione del borgo antico. I proprietari dei palazzi e delle case, si sono mossi con intelligenza e non hanno incontrato difficoltà, perché hanno incontrato imprese preparate e specializzate.

Galatina/Elezioni Amministrative: “30 liste sono una folla. E’ mancata la selezione ed e’ esploso il populismo”,

“Non sara’ la festa di S. Antonio a dare il sindaco alla citta’, bisognera’ attendere la vigilia di S. Pietro”.

Rubriche/di Luigi Mangia

Quattro candidati sindaci, 30 liste sono una folla di candidati nel cortile della campagna elettorale da eleggere in consiglio e creano confusione e disorientamento.

Il 23 maggio non deve essere solo il ricordo di una luttuosa ricorrenza ma lo sprone a non abbassare la guardia nella lotta contro la mafia.

“Occorre sollecitare la società, investire nella cultura e coinvolgere la scuola teatro dell’educazione dei giovani alla legalità”.

Rubriche/Opinioni/di Luigi Mangia

Il 23 maggio per l’Italia non deve essere il giorno della ricorrenza della strage di mafia di Capaci in cui furono uccisi il giudice Giovanni Falcone e la moglie Francesca Morbillo, perché è il capitolo di storia della deviazione dei servizi segreti che hanno ostacolato la verità e quindi la giustizia, sia ai famigliari sia alle nuove generazioni.

Galatina/Cavallino Bianco: Sul partenariato pubblico privato opinioni a confronto.

Rubriche/Opinioni

Lettera di Fedele Congedo a commento dell’articolo, a mia firma, pubblicato il 19 maggio sul Sedile avente per oggetto il partenariato pubblico – privato con cui si intende gestire il Cavallino Bianco passando da un Avviso Pubblico teso a raccogliere manifestazioni di interesse. Questo il link dell’articolo a seguire la lettera di Fedele Congedo e la replica il link. https://www.ilsedile.it/galatina-cavallino-bianco-dal-cilindro-lillusionista-ha-tirato-fuori-il-coniglietto/

Caro Pietro Zurico,

Il borgo antico di Galatina è un’opera d’arte, con le sue corti e le sue piccole piazze è un salotto accogliente.

Rubriche/Opinioni/di Luigi Mangia

Al Forum “Verso il Sud” nei giardini “Villa Zagara” di Sorrento, organizzato dalla Ministra per il Sud, Mara Carfagna nel suo intervento di apertura, il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha avuto modo di sottolineare la centralità del Meridione nella ripresa del Paese.

9 maggio: Giornata della Memoria dedicata alle vittime del terrorismo e della mafia.

Rubriche/di Luigi Mangia

Nel calendario delle giornate dedicate alle ricorrenze c’è il 9 maggio, il giorno in cui fu trovato in Via Gaetani, a Roma, il cadavere di Aldo Moro nella famosa Renault rossa, a Cinisi in Sicilia, lungo i binari, quello di Peppino Impastato dilaniato da una bomba di mafia.

Page 1 of 11

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén